PORTAL : SPIRIT OF METAL | SPIRIT OF ROCK           English
login :
Subscribing   Pass lost ?   

                       
Browse List: # A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Browse by Genre  
Band's list Progressive Metal Quintessenza Venere
Démo, Released date : 2000 - Self-Released

no rates
You must be logged to rate this album
Tracklist
1. Intro
2. Impercettibile
3. Equilibrio
4. Venere
5. L'urlo

modify this album  print this article
0 member owning this album Next album
add a review Previous album

 buy
 buy
 buy
 buy
 buy
 buy
0 ratings 0 0/20
Lyrics
1. INTRO

(Instrumental)


2. IMPERCETTIBILE

Rinascerò e sarò vergine ai suoi occhi.
Avrò paura, ma cambierò pelle.
Risplenderò vigoroso di nuova linfa
In un corpo immobile, altrimenti freddo.
Tempo, scorre lento
Nell'attesa del momento.
Il distacco da una realtà
Che ci è gelosa, non è poi tanto indolore ;
Fa male di un male che
Trascende, da quello che siamo.

Gli occhi di un bambino sono lo specchio di Dio,
Profondità infinita calda e sensuale.

Tempo, scorre sulla pelle
Metamorfosi del corpo.
Il problema della fine
È l'inesistenza, l'irrealtà ;
Catarsi di nuove esperienze,
Che confondono la coscienza.

L'essere uomo non mi appartiene ;
Ridursi all'esistenza, è la catena
Che ci tiene obbligati, ad uno stato di materia.

Immagini, disegni impressi nella mente,
Prendono vita in un'insieme impercettibile di colori
{Che mi astraggono dal sogno}
Immagini, visioni pretendono un'anima,
In un parallelismo di finzione e realtà
Che mi è estraneo...

Gli occhi di un vecchio sono il tramite a Dio,
Pace assoluta fresca e infantile.

L'essere uomo non mi appartiene ;
Ridursi all'esistenza, è la catena
Che ci tiene obbligati, ad uno stato di materia.


3. EQUILIBRIO

Canto per riuscire a comprendere la mia essenza nelle sue parole...
Piegato ai voleri di chi non trova il modo di salvarmi l'anima...
Lentamente cado giù, assuefatto alle loro preghiere...
Non credo di essere vero, c'è qualcuno che crede in me ?

Spiegami il motivo, spiegami questa finzione...
È un gioco sporco che non dovrebbe esistere !

Ho un destino scorretto,
Senza i suoi punti fermi la storia scorre lenta, come il cammino di un fiume...
Di quel fiume che mi porta a te.

Abbatterò colpe che mi hai attribuito,
Prima che i tuoi occhi possano reagire...
Io sarò già fuori dalla gabbia,
Che limitava le mie pene...
Respiro, respiro l'anima mia...
specchio riflesso nella tua !

Credere nell'irrealtà dell'esistenza,
Dove tracciati paralleli alla dimensione umana...
Giocano statici con gli elementi, in una fusione
Di sessi in equilibrio sul mondo !

Resto in Equilibrio ! (x3)

Provo a trovare l'equilibrio
Inseguendo il mio punto d'origine...
Senza nascondermi
Davanti a ciò che sembra irreale...
Dolcemente torno sù, piango sopra le loro preghiere...
Stò fingendo di essere vero, mentre la verità muore dentro me !


4. VENERE

Tenera nel tuo sorriso lieve,
Figura che splende di luce propria..
Scopriti nuda, così come sei..
Rassicura il mio bisogno di te,
L'insicurezza che ho vicino..
Mostrami i tuoi segreti...

[Chorus]
Dipingerò il tuo viso con
I colori dell'aurora...
Splenderai di quella luce
Che scalda l'anima...

Donna che giochi con me,
In questo scuro labirinto..
Sorreggi la mia voce,
Dammi la certezza di vivere...

Ruoti intorno al mio orizzonte,
Gli elementi si specchiano in te..
Strappa di dosso i limiti che ho,
Fammi risplendere...

Hai nel petto la mia vita, oh Dea
Sei il nettare che mi nutre..
Sei la luce assoluta, irradi il mio corpo
Di pura essenza divina...
Mi rendi immortale, immortale...

[Chorus]

Annienta le paure che
oscurano la vista...
Aprimi la mente con
la tua dolce melodia...

Metterò ali che
conducano a te,
vibrando del tuo vento
non cadrò come Icaro


5. L'URLO

Guerre che crescono nella fantasia dei media
Facce di Madri e Figli, in diretta TV...
Corpi dilaniati in un mare di sangue,
Guerre di Carta senza Religione....
Intossicati da quello che puoi vedere,
Le tue Idee sono pura follia devastante...
In una vita che ti lascia incosciente,
Protetto da un velo di Finta Deficienza !

Io ho un solo credo,
ho un solo credo... Io ho un solo credo.

Mandiamo Aiuti Umanitari
In una Guerra di cui Abbiamo le Mani Sporche,
I Pensieri non Volano più...
Tenuti al Suolo da Catene di Sangue !

Ascolta l'Urlo non lontano da te,
Di gente che Muore senza una Risposta...
Guerre che s'impregnano di Differenze,
Occhi nel dolore con la Morte nel Cuore...
Essere come lontano dal Mondo,
In uno stato di Coma Profondo...
Chiuso nell'inconscio non voglio capire,
Ciò che mi è proposto come Reale !

Rimpiangi ogni attimo di esitazione,
hai mai avuto paura di morire !

Mandiamo Aiuti Umanitari
In una Guerra di cui Abbiamo le Mani Sporche,
I Pensieri non Volano più...
Tenuti al Suolo da Catene di Sangue !"

lyrics added by Marcellus - Modify this lyrics

Spirit of Metal Webzine © 2003-2014 ‘Metal your head !’ Contact - Links
Follow us :